Hot! Law & Order: Unità Vittime Speciali (Law & Order: Special Victims Unit) – Il concept della serie


Law & Order: Unità Vittime Speciali (Law & Order: Special Victims Unit): il creatore

Primo spin off del franchise Law & Order, la serie Law & Order: Unità Vittime Speciali è stata ideata da Dick Wolf, sulla scia del successo della serie Lwa & Order: I due volti della giustizia.

In programma dal 1999 la serie è arrivata a tredici stagioni.

Law & Order: Unità Vittime Speciali: l’ideazione

L’idea alla base della serie Law & Order: Unità Vittime Speciali  deriva da un fatto di cronaca che avvenne a New York nel 1986. Un caso difficile in cui un ragazzo di venti anni, Robert Chambers, uccise la propria compagna, Jennifer Levin, per strangolamento in quello che lui stesso definì un gioco erotico consensuale.

Il fatto era già stato preso come spunto per un episodio di Law & Order: i due volti della giustizia e riscosse un ottimo successo.

A quel punto, quindi, i tempi erano maturi per pensare ad una serie che fosse interamente dedicata alle vittime di crimini sessuali, in cui il focus fosse quello dell’analisi psicologica del crimine a sfondo sessuale.

Law & Order: Unità Vittime Speciali: il titolo

Il primo titolo pensato per questa nuova serie da Dick Wolf quando iniziò a scrivere la sceneggiatura degli episodi nel 1999 fu Law & Order: Sex Crimes, in modo che fin da subito si potesse capire il tema portante della serie.

Ma la produzione, soprattutto il presidente della Studios Usa Barry Diller, non fu d’accordo, pensando che il titolo fosse troppo esplicito. La sua idea di chiamare la serie Law & Order: Special Victims Unit fu ben accolta, soprattutto perché richiama alla mente il Dipartimento della Polizia di New York che si occupa proprio dei crimini a sfondo sessuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore

Redazione

Lascia un Commento


*

La tua mail non verrá pubblicata. I campi con * sono obbligatori