Hot! Mad Men: intervista a Christopher Stanley (Henry Francis) – Prima parte


Christopher Stanley, che interpreta Henry Francis nella serie Mad Men, parla dell’aumento di peso di Betty e di quanto sia importante, per un attore, venire a patti con la propria identità.

D: Come hai reagito al fatto dell’aumento di peso di Betty? Sei rimasto scioccato così come lo è stato il pubblico?

R: Sapevo che Matthew Weiner stava vagliando ogni sorta di soluzione creativa per la gravidanza di Betty. Nella mia mente ho pensato ad un sacco di cose e anche questa era tra le mie varie idee.

D: Questo fatto ha influenzato in qualche modo le tue scene con January Jones?

R: Ci siamo fatti delle belle risate sulla sua tuta di grasso… non è vera pelle ed è anche tutta intorno al suo collo. C’è stata una scena in cui Henry (il mio personaggio) doveva baciarla sul collo ed è stato molto strano!

D: Henry sembra essere un marito molto attento nei confronti della moglie. Ti sei ispirato a qualche modello in particolare?

R: Penso che in parte è proprio ciò che sono. Mi piacerebbe poter dire che ho anche un po’ della tolleranza di Henry, ma non lo faccio. Penso di avere un po’ della sua compassione e della sua empatia verso le persone.

D: Le scene a casa di Francis sono girate in una vera casa?

R: È un palazzo vero che sta nella zona di USC di Los Angeles. La cucina è un set cinematografico, per il resto le scene sono tutte girate all’interno di una vera casa. Hanno fatto un lavoro straordinario per far sembrare lo studio in cui era riprodotta la cucina così simile alla grandiosità della casa.

D: Henry è un politico. L’aver interpretato il suo personaggio ti ha reso maggiormente consapevole di quello che accade sulla scena politica contemporanea?

R: Sicuramente mi ha reso più consapevole di quello che accade realmente dietro quello che ci fanno vedere in televisione. Mi ha fatto capire meglio come sono davvero i politici e come, poi, vengono presentati al pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore

Redazione

Lascia un Commento


*

La tua mail non verrá pubblicata. I campi con * sono obbligatori